Coronavirus: le misure dell’INPS


“IO RESTO A CASA”: IL POTENZIAMENTO DEI SERVIZI INFORMATIVI DELL’INPS

In seguito all’entrata in vigore del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020, che ha esteso a tutto il territorio nazionale le disposizioni precedentemente previste solo per alcune zone del Paese, l’INPS ha disposto che tutti i servizi informativi siano resi attraverso il potenziamento dei canali telefonici e telematici e integralmente assicurati dal servizio di sportello telefonico provinciale, attivi con gli stessi standard di qualità e nelle consuete fasce orarie di apertura al pubblico (8.30 – 12.30).

Resta attivo il Contact center nazionale al numero 803 164 da rete fissa e 06 164 164 da telefonia mobile.

Sono molteplici i canali di informazione alternativi allo sportello fisico offerti dall’Istituto:

  • Portale internet,

  • App mobile,

  • Contact center multicanale,

  • Cassetti previdenziali dedicati alle aziende e ai soggetti abilitati e caselle di posta dedicate per gli enti di patronato.

DECRETO CURA ITALIA: L’IMPEGNO DELL’INPS

In ottemperanza al Decreto Cura Italia l’INPS è pronto a gestire 10 miliardi di euro per circa 11 milioni di utenti tra prestazioni di Cassa Integrazione e gli altri strumenti di sostegno al reddito. Uno sforzo più ingente di quello che ha visto l’INPS impegnato sul Reddito di Cittadinanza e Quota 100, sia in termini di risorse economiche che in termini di utenti. È di massimo interesse dell’Istituto specificare che non esiste alcun click day, inteso come finestra entro la quale si possono fare domande di prestazioni. Le domande saranno aperte a tutti e ci sarà un giorno di inizio, con un click.

0 visualizzazioni

© 2023 by Success Consulting. Proudly created with Wix.com.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now